venerdì 7 marzo 2008

Io non dimentico:



Risate ai funerali, Pecoraro non si scusa
Il leader dei Verdi, fotografato mentre si diverte alle esequie degli eroi di Nassirya, accusa noi. Le vedove protestano.
Nonostante la fotografia che li ritrae mentre ridono ai funerali degli eroi di Nassirya, Alfonso Pecoraro Scanio e Vasco Errani non si scusano. Anzi il leader dei Verdi e il governatore Ds dell'Emilia Romagna attaccano il Giornale che l'ha pubblicata in prima pagina.
E gridano alla «strumentalizzazione» e allo «sciacallaggio». Invece i parenti dei caduti sono indignati dal comportamento dei due politici di centrosinistra: «Vergogna». Tra i messaggi a Prodi anche quello di un familiare degli eroi: 
«Questo è un rappresentante del suo governo. Le famiglie di Nassirya ringraziano».
da Il Giornale del 04.05.2006

6 commenti:

  1. A me la brutta copia di Dodi Al Fayed non è mai piaciuto. E così continua a non piacermi.

    RispondiElimina
  2. piergiuseppe8 marzo 2008 17:33

    Facce come il culo ...
    e culi come facce.

    RispondiElimina
  3. Lu ben ritrovata sul blog :))

    Piergiuseppe... e che c...hemm facce.

    RispondiElimina
  4. Che tristezza... me l'ero persa questa.

    RispondiElimina
  5. raffapiccinni20 marzo 2008 02:17

    ciao, questo post, come il resto del blog mi piacciono molto.. mi piace la gente che ragiona con la prorpia testa.. sarà anale ma sincero

    ciao
    raffaella

    RispondiElimina
  6. i nostri politici sono ammalati di quella che i greci antichi chiamavano ubris
    cioè la tracotanza, l'essere capricciosi e credersi potenti e impunibili come dei.
    io posso anche capire che a uno, costretto ad andare a una manifestazione solenne ma che non sente minimamente, per un motivo qualsiasi possa scappare una risata.
    lo posso capire, perché gli esseri umani sono infantili e sciocchi.
    non se rappresenta uno stato, una regione o anche il più piccolo dei comuni.
    ma se uno ha deciso di essere un rappresentante istituzionale, mi dispiace: no, non se lo può permettere.

    RispondiElimina