lunedì 28 gennaio 2008




Tim Parks: il Daily mente. Ecco ila richiesta del servizio

Tim Parks è il nuovo paladino di Verona. Rifiutandosi di scrivere un articolo denigratorio sulla città, poi redatto da Tobias Jones per il Daily Mail, lo scrittore inglese che da anni vive a Verona, si è aggiudicato due onorificienze che riceverà questa mattina.
Dalle mani del vice presidente della Provincia, Antonio Pastorello, prenderà il premio Cangrande, mentre il sindaco Flavio Tosi gli conferirà la cittadinanza onoraria.
L’autore dell’articolo uscito sul Daily Mail ha fatto sapere di non essere pentito per quello che ha scritto, perché corrisponde esattamente a ciò che pensa. E dichiara di non aver mai ricevuto istruzioni di parlarne bene o male.
Cosa che invece è successo a lei. É vero signor Parks?
Sì, io ho ricevuto una email che diceva testualmente: «Stiamo cercando un pezzo vivace sulla Morte di Verona - come Romeo e Giulietta hanno distrutto una città un tempo bella. Questo a seguito della notizia che Sarkozy e la sua nuova moglie sono in luna di miele lì. Ci serve per il giornale di domani, cioè nelle prossime ore. É una bella scommessa, lo so! Abbiamo b isogno di circa 1.200 parole di come Verona sia divenuta pacchiana e di come la bellezza sia stata perduta. Romeo e Giulietta, vergogna!». E mi sembra che il significato sia sufficientemente chiaro.
Ritiene quindi improbabile che a Jones non sia stata chiesta la medesima cosa?
Può anche darsi che l’abbia scritto e spedito il giorno giusto senza alcun suggerimento, ma non credo che ci sia bisogno di dire altro su questo. Povero Jones, che doveva dire?
Jones non rinnega, anzi conferma tutto ciò che ha scritto e sostiene di amare Verona e di visitarla spesso avendo la moglie di Parma...
Ma per piacere, io infatti vado spesso a Parma perché ho la moglie Veronese, ma sù...che tipo questo Jones, ha proprio la coda di paglia. Trovo talmente ridicola l’intera faccenda che secondo me sarebbe più opportuno smetterla di parlarne. Voglio dire, anche la questione delle guide che assalgono i visitatori alla stazione è tutta una pagliacciata.
Per dirla quindi al la Shakespeare, «Molto rumore per nulla»?
Esatto, è sempre meglio ignorare i commenti ignoranti e prestare invece attenzione ai veri problemi della città perché con quell’articolo non cambierà niente per il turismo veronese mentre la città ha delle questioni importanti da risolvere.


Da L’Arena di giovedì 24 gennaio 2008


 



6 commenti:

  1. Leggo sempre piú criticamente i giornali... e poi non parliamo dell'incompetenza dei giornalisti.

    E il sito del Corriere on-line pieno di errori di ortografia? Una vergogna... e sono pure pagati e finanziati con le nostre tasse.

    RispondiElimina
  2. Purtroppo o per fortuna: non tutti accedono ai finanziamenti!

    RispondiElimina
  3. c'è modo di leggere l'articolo di Jones? Sarei curioso di leggerlo ^_^
    Ad ogni modo, il Daily Mail ha in parte centrato un problema. C'è una parte di Verona che è effettivamente diventata pacchiana, ed è quella di Romeo e Giulietta, della città dell'amore, dei romeo's tour (o qualcosa del genere). Ma il giornale inglese non sa che c'è un'altra Verona, lontana dai flash e dalla folla dei turisti che è altrettanto bella e meritevole di essere visitata. E' quella un po' più nascosta e più riservata, che si svela agli occhi di chi ha veramente voglia di visitare la città. Insomma, non sono certo Romeo e Giulietta a rendere Verona una delle città più belle d'Italia.

    RispondiElimina
  4. Concordo apostolozeno :)

    RispondiElimina
  5. Beh, il corriere sicuramente li prende... purtroppo.

    RispondiElimina
  6. SGRUNT: ma non lo sai che per **PRIVACY** non posso rispondere a certe domande? Scrivimi in privato per e-mail e poi ti dico, no? ;-)
    Il mio indirizzo e-mail é in alto a sinistra sotto i dalmata.

    RispondiElimina