venerdì 22 agosto 2008

Forza, odiatori! BOIKOTT BOIKOTT


FUNZIONA NUOVO FARMACO CONTRO LA FIBROSI CISTICA (boicottate anche questo!) 
 
Sembra funzionare il nuovo farmaco in fase di sperimentazione per la terapia contro la fibrosi cistica. L'annuncio arriva dalla rivista 'The Lancet', che ha pubblicato i risultati della sperimentazione di fase 2 del PTC124. In particolare, dai primi risultati elaborati su pazienti ricoverati all'Hadassah Hebrew University Hospital di Gerusalemme, il farmaco migliorerebbe la funzionalita' del canale cloruro nei pazienti con mutazione nonsense. Il farmaco e' stato messo a punto dalla PTC Therapeutics. Nel corso della terapia i ricercatori hanno somministrato dosi diverse di farmaco a 24 pazienti affetti da fibrosi cistica e con gravi infezioni ai polmoni. Dopo 14 giorni i pazienti hanno dimostrato significativi miglioramenti nelle loro condizioni. "Questo studio", ha spiegato Eitan Kerem che ha guidato la sperimentazione, "mostra che il farmaco e' efficace almeno nei pazienti che hanno la fibrosi cistica con mutazione nonsense al gene CFRT". Il farmaco sembra essere stato ben tollerato da tutti i pazienti che l'hanno utilizzato.
Liberali per Israele 


12 commenti:

  1. Troveranno ottime scuse per farlo, vedrai :))))))))))))

    Quello che mi chiedo è, se si ammalassero loro, se lo rifiuterebbero davvero di curarsi in nome di un odio razzista

    RispondiElimina
  2. Mah Willa, secondo me sono della tipologia: fate quello che dico ma non quello che faccio.

    brrrr

    RispondiElimina
  3. Non ho capito: che c'entra il boicottaggio?

    RispondiElimina
  4. Il boicottaggio c'entra perchè le anime candide sono sempre pronte ad urlare boicotta israele ma solo per quello che gli viene comodo, è una provocazione nel senso di: "bene allora boicottate anche questo" (e non solo, anche la penicillina, anche...c'è ne è un infinità!)

    RispondiElimina
  5. Pensa a quel nuotatore iraniano che si è rifuitato di scendere in acqua e gareggiare perchè in quella batteria c'era un altro atleta isrealiano. Ma quelli si sà, è ben più osceno che di boicottaggio a Israele ne parli chi, tra di noi occidentali, usufruisce di tutti gli innumerevoli risultati della ricerca israeliana. Basta guardare i nobil ricevuti dagli israeliani, che sono poco più di 5 milioni, e confrontarli con quelli degli arabi e poi ti fai un'idea del grado di civiltà a cui alcuni tra noi aspirerebbero.

    RispondiElimina
  6. Scusa, sono io.
    Lucetta.

    RispondiElimina
  7. Boicottino ogni ricerca e ogni scoperta utile alla salute mondiale fatta da scienziati israeliani, boicottino i prodotti che servono a ridare l'uso delle mani e delle gambe a molti malati affetti da problemi spinali, boicottino i medicinali per curare il diabete, boicottino la ricerca fatta dalla Child Hood che permette ai bambini con gravi problemi respiratori di dormire meglio la notte.
    Boicottino i premi Nobel che hanno scoperto la cellula umana che potra' proteggere da difetti del DNA , boicottino la ricerca israeliana che ha gia' eliminato i disturbi del Parkinson, boicottino le gocce nasali che ci vaccineranno da ogni tipo di influenza per ben cinque anni.
    Inoltre dovrebbero boicottare i loro computer, anzi gettarli via poiche' i sistemi Windows sono progetti della Microsoft Israel.
    Tutta la tecnologia, comprese le email e gli instant messanger ICQ sono programmi sviluppati in Israele nel lontano 1996. Devono anche gettare dalla finestra i cellulari poiche' sono anche questi un prodotto della Motorola israeliana che e' la piu' grande del mondo.
    Boicottino tutto quello che e' israeliano e lo sostituiscano con la ricerca e le invenzioni dei palestinesi, tipo , che so, giubbotti esplosivi, bombe, candelotti, missili a breve e lunga gittata.
    Lucetta

    RispondiElimina
  8. Ciao Cleo!, ho letto la notizia che molti prof universitari inglesi hanno firmato per iil boicottaggio dei loro colleghi israeliani. UK è un paese che ha eliminato il Natale nelle scuole, il maialino di Winnie the Pooh e il cornetto dalla forma di mezzaluna, creato da un pasticcere austriaco per clebrare la vittoria sugli ottomani, per non dare fastidio ai musulmani. Il risultato non è che sia stato esaltante visto che un paio di anni fa gli hanno lo messo, forse in segno di ringraziamento, dell'esplosivo nella metro di Londra provocando una sessantina di morti. Ma anche qui da noi nelle uni sono accaduti episodi simili a quello inglese. Difatti mio zio, che insegna all'università di Bologna, mi raccontava dell'iniziativa di un nutrito gruppo di professori di sinistra che aveva elaborato un documento dello stesso tenore contro prof e ricercatori israeliani. Beh, vorrà dire che assumeranno tutti quei palestinesi che ci circolano mantenuti da noi, dei veri geni delle scienze e della arti.

    RispondiElimina
  9. Ahahahaha incredibile ho scritto Cleo!

    RispondiElimina