venerdì 8 febbraio 2008


"Noi siamo per la cultura, ma anche per l'ignoranza, per tutelare i deboli ma anche i forti."
Walter Veltroni

 

  

E POI NON DOBBIAMO DEFINIRLI Cog.....  coff coff coff!!!!

12 commenti:

  1. Coglion ergo sum.

    RispondiElimina
  2. Per la vita e per la morte, per la guerra ma anche per la pace.

    RispondiElimina
  3. E vabbé, sta cercando di tirar su voti... poi i politici si sa che faccio hanno... faccia? Mah...

    RispondiElimina
  4. Esagerata........Ciao Clio. Arrigo

    RispondiElimina
  5. Guardi che questa è una frase di Crozza che imita Veltroni, forse interpretandone i pensieri, chissà!, cmq non autentica, ma mi sembra che lei non abbia bisogno di particolari giustificazioni per ritenere gli altri dei coglioni....salut!
    Luciano

    RispondiElimina
  6. Mammamia! Senso dell'umorismo ZERO!!!

    RispondiElimina
  7. Uè ! Io ti ho salutato e basta ! Riciao. Arrigo

    RispondiElimina
  8. Ehhh ma crozza rende nuda e limpida la mente Veltroniana...

    Così é.

    Ma insomma, da un politico davvero vi aspettate qualcosa d'altro? Ma qualsiasi politico.

    Sono tutti cacca e saggio sarebbe che nessuno andasse a votare sto giro.
    Forse arrivverebbe il messaggio che siamo stufi di farci prendere per il culo.
    Ma no, tanto c'é sempre chi é convinto che Veltroni sia meglio del Berlusca o viceversa (N.d.R.: i due nomi qui scritti possono essere sostituiti con qualsiasi politico a piacere, il risultato rimane costante) ed anche stavolta ci faremo usare per i porci comodi di banche e/o assicurazioni.

    Votate gente, fate i bravi, come tante pecorelle andate a votare, fate il vostro dovere civico di leggittimare gli avvoltoi a sgranocchiarsi le nostre carcasse.
    Però volete mettere la soddisfazione che "gli altri non vincono".
    Che NOI si perda sempre e comunque é secondario, eh!

    RispondiElimina
  9. Votare è un diritto e un dovere
    non si può non andare a votare
    per rispetto di quelle popolazioni che non sono libere di esprimersi in democrazia.

    RispondiElimina
  10. Anche non votare é esprimere una chiara volontà politica.
    Con tutto il rispetto per chi vive senza libertà... ma perché devo farmi prendere in giro da sti farabutti?
    Allora, il non votare, va ad indicare l'assoluta sfiducia verso una classe politica invariata già dai tempi di mani pulite e che, a mio avisso, non esprime in alcuna maniera un'alternativa valida ai due schieramenti viscidi e putrerrimi che in questo momento si spartiscono i nostri soldi.

    Votando anche scheda bianca si rendono valide le elezioni, valgono al fine del quorum. Invece non votando, e volessero gli Dei o chi per loro, in numero sufficente si invaliderebbero completamente le elezioni e questo si che sarebbe un chiaro modo di esprimere la sfiducia, la volontà reale di cambiamento da parte della gente ed il fatto che finalmente le loro manovre e recite non incantano più.

    Si, ho fatto politica, e vista da dentro mi ha fatto uno schifo incontenibile: é ancora peggio di quel che si immagina dal di fuori!

    RispondiElimina
  11. l'altro giorno la Littizzetto da Fazio ha detto per par condicio...
    VeltrONI
    BerluscONI
    finiscono entrambi con ONI...
    fammi un po' pensare a cos'altro finisce per ONI...

    RispondiElimina