mercoledì 21 novembre 2007


Nella vita non si sa mai, le certezze si sgretolano facilmente.
Di certo vi è solo che tutto si può capovolgere e il bianco diventare nero e il grigio sommergere tutti i colori.

Non mi piace la pubblicità per quanto riguarda la beneficienza. Non ne parlo mai. E' cosa intima, privata c'è un grande pudore nel parlarne. Non so perchè di questa ne parlo sempre e vedo, purtroppo, scarso interesse in merito.
Sarà che, anche se non sulla mia pelle, ma la fame mi è stata spiegata, la paura, il sacrificio e il non avere sicurezze.
Saranno tante cose, sarà questione di sensibilità ma ci vuole così poco, basta aggiungere un sacchetto nel carrello e pensare che nella vita non si sa mai...

14 commenti:

  1. proprio così! Nella vita non si sa mai!
    Fai bene a fare pubblicità a questa iniziativa. L'importante è che poi il ricavato venga distribuito a gente che ne ha veramente bisogno.

    RispondiElimina
  2. Qui a MI c'è un servizio di volontariato molto efficiente; noi facciamo la spesa all'Esselunga, lì è semplicissimo fare quello che hai scritto. Poi quella catena mi piace perchè i prodotti che si possono acquistare sono di livello in genere notevole. Buona giornata, arrigo.

    RispondiElimina
  3. Sono fortunato ad aver conosciuto, amato, sposato e continuare ad amare una donna come questa!

    Grazie! Fatemi pure i complimenti! ;)

    Rael

    RispondiElimina
  4. Raelllllll
    cosa combini!?!?!?!?!?!?!?
    Mi fai arrossire !

    RispondiElimina
  5. Tu, Clio, arrossisci ???? 'zzarola che meraviglia. Non male essere innamorati della persona con la quale si è scelto di dormire e mangiare insieme, e il tuo buon Rael ci avrà messo del suo, no ? Esistono dei maschietti a posto al mondo, se arrossisci dopo tanti anni per un complimento non puoi negarlo porka l'oca. Non si accettano pareri contrari :-) :-) :-) :-) :-) Arrigo

    RispondiElimina
  6. Arrigo è proprio così :)

    RispondiElimina
  7. Approvo e sottoscrivo in pieno i ltuo post!
    Anche io fortunatamente non ho mai avuto questo grosso problema ma l'ho sentito raccontare soprattutto dai miei nonni ed anche dai miei genitori seppur in tono minore...
    Grazie per il commento da me e scusami per la mia "divagazione" riguardo il tuo nick! :)
    Buon weekend anche a te!
    Un bacione!
    Matt

    p.s. se non hai nulla in contrario procedo al tuo linkaggio, se vorrai fare altrettanto mi farà solo piacere! :)

    RispondiElimina
  8. brava clio, hai fatto bene. è un'iniziativa intelligente e concreta.
    ma che tristezza pensare a cosa può essere più necessario per chi non ha sempre i soldi per fare la spesa...
    però una volta ho fatto la volontaria per la colletta alimentare e mi ha sorpreso quanta gente aderisse :)

    RispondiElimina
  9. Di solito sono incazzato perché, pur essendo laureato in una materia "professionale" e pur spaccandomi la schiena molto più di tanti colleghi, non guadagno quasi niente.
    Per questo motivo di solito non faccio beneficienza.
    Ma hai ragione tu, una cosa in più nel carrello non costa nulla.
    Non lo sapevo, mi spiace di non essere capitato al supermercato il 24.

    RispondiElimina
  10. Buon lunedì! :-)

    RispondiElimina
  11. Clarke sarà per il prox anno. Basta poco... con i sacchettini vengono date anche istruzioni su cosa è più necessario.
    Io non sono nè miliardaria nè benestante, ho colleghi immeritevoli che prendono il doppio e a volte il triplo di quanto prendo io... ma non hanno mica colpa quelli che stanno peggio di me... quindi qualcosa ci scappa sempre per chi non ha nemmeno il minimo :)

    RispondiElimina
  12. Grazie Antonella... gli incoraggiamenti al lunedì servono! ;)

    RispondiElimina
  13. Io ho notato che chi meno ha, più da. Far del bene agli altri fa bene soprattutto a se stessi. Purchè lo si faccia col cuore e non forzatamente.
    Bentrovata!

    RispondiElimina